22 marzo 2017
Aggiornato 23:00
Salute dei denti

Parodontite, ne soffrono 20 milioni di italiani ma solo uno su tre sa cos'è

Fra i tanti fastidi che possono affliggere il cavo orale, la parodontite (o piorrea) è senza ombra di dubbio uno dei peggiori e dei più pericolosi per la salute psico-fisica dell'individuo. Vediamo insieme tutto ciò che c'è da sapere sulla parodontite e su cosa fare per combatterla.

Spazzolino e dentifricio per una buona igiene orale (© BizUp Srl)

La bocca è un organo fondamentale per poter assaporare tutti i magnifici sapori che il mondo ci mette a disposizione, ma è anche una zona del corpo particolarmente sensibile ad infiammazioni ed a problemi derivanti da una mancata igiene orale. E fra i tanti fastidi che possono affliggere il cavo orale, la parodontite (o piorrea) è senza ombra di dubbio uno dei peggiori e dei più pericolosi per la salute psico-fisica dell'individuo. Vediamo insieme tutto ciò che c'è da sapere sulla parodontite e su cosa fare per combatterla.

Cos'è la parodontite
La parodontite è una forte infiammazione che colpisce le gengive e tutto ciò che ha a che fare con il supporto del dente. Questa infiammazione, nel caso la si trascuri per un certo periodo di tempo, può degenerare fino a diventare irreversibile: un'eventualità che porterà alla caduta del dente. Tale infiammazione viene causata da un accumulo di batteri sulla superficie del parodonto, a causa di una scarsa igiene orale o di una debolezza congenita dei tessuti molli. Il parodonto, in questo senso, viene letteralmente consumato dall'azione demolente dei batteri, fino a non riuscire a sostenere più i denti.

I dati sulla parodontite in Italia
Parliamo di un problema particolarmente sentito soprattutto in Italia, uno dei Paesi con il più alto tasso di malati di parodontite in Europa: stando ai dati raccolti dalla SIDP (Società Italiana di Parodontologia e Implantologia), sono 20 milioni gli italiani affetti da piorrea, e addirittura 3 milioni coloro che corrono seriamente il rischio di dire addio ai propri denti. Il motivo sarebbe dovuto principalmente all'ignoranza riguardo la pericolosità di questa patologia del cavo orale, tanto che solo un italiano su tre sa di cosa si tratta. Altrettanto pericolosa, poi, la scelta di chi decide di provare a curarla con rimedi casalinghi: in questi casi, infatti, la visita da uno specialista è necessaria almeno una volta l'anno. In questo senso, oggi si possono trovare dei dentisti facilmente anche online, grazie a siti web come Docplanner.it è possibile prenotare una visita in tempi brevi scegliendo tra una lunga lista di professionisti operanti nella propria città e usufruendo direttamente sul sito di tutte le informazioni relative agli orari, alla sede dell’ambulatorio e delle recensioni dei pazienti che hanno già usufruito dei servizi medici.

Rimedi e cure per la parodontite
Se intercettata in tempo, la piorrea si rivela una patologia facilmente curabile da uno specialista. Nel caso in cui si soffra di parodontite, sarà il medico a darvi tutti i consigli più adatti per trattarla, come ad esempio l'utilizzo di uno spazzolino con setole morbide specifico, magari in combinazione con un collutorio anti-settico e disinfettante. Inoltre, anche la dieta può rivelarsi utile per combattere la piorrea: in questo senso, il consiglio è di evitare di ingerire cibi piccanti ed irritanti, ed integrare l'alimentazione con un giusto apporto di calcio, utilissimo per rinforzare il parodonto ed il dente. Infine, lavatevi sempre i denti dopo ogni pasto, ma senza forzare sulle gengive.

Cosa non fare
Ci sono alcune abitudini che possono causare un peggioramento della piorrea, come ad esempio il tabagismo, l'assunzione di alcool, l'ingerimento di latticini dopo l'uso dell'antibiotico e l'uso di dentifrici commerciali e non consigliati dal dentista. Qualsiasi cosa facciate o non facciate, comunque, passate prima da una visita specialistica.