19 febbraio 2017
Aggiornato 21:30
Salute

Brufoli e punti neri, schiacciarli può portare alla morte

Schiacciare brufoli e punti neri sul viso non ha implicazioni soltanto estetiche ma, secondo una ricerca può addirittura costare la vita

Brufoli e punti neri, è meglio non schiacciarli (© Lyashenko Egor | Shutterstock.com)

REGNO UNITO – Nessuno avrebbe mai pensato che un’azione così poco significante come schiacciare i brufoli o gli antiestetici punti neri potesse avere implicazioni così serie per la salute. Eppure, secondo una ricerca di cui dà notizia il quotidiano britannico The Indipendent, spremere foruncoli e compagnia può addirittura portare alla morte.

Attenzione a dove si «spreme»
Il pericolo dello schiacciare, o spremere brufoli e punti neri (comedoni) è particolarmente accentuato se questo avviene in una determinata zona del viso. Gli esperti lo chiamano ’’il triangolo del pericolo’’. Questa è una zona che comprende lo spazio che c’è tra i due occhi, il ponte del naso per arrivare al labbro superiore.

Zona off limit
Quest’area del volto sarebbe dunque da considerare off limit, perché è qui che scorrono numerosi vasi sanguigni che sono direttamente collegati al cervello. Ed è proprio questo collegamento a essere particolarmente pericoloso, secondo gli scienziati. Ma perché? Perché, quando si schiacciano i brufoli o i comedoni c’è sempre il rischio di causare un’infezione. E questa infezione può arrivare proprio al cervello, causando una possibile morte. Viste le potenziali nefaste conseguenze, gli esperti sconsigliano fermamente di schiacciarsi brufoli e punti neri ma, semmai, utilizzare dei trattamenti ad hoc per risolvere il problema – laddove lo sia. E, nel caso malaugurato si sviluppasse un’infezione, è importante rivolgersi immediatamente al medico. Insomma, se proprio i brufoli ci danno fastidio o se siamo punteggiati di comedoni, la soluzione non ‘schiacciarli’, ma ‘scacciarli’ con i mezzi giusti – chiedi consiglio al dermatologo.