Alimentazione

Braccio di Ferro aveva ragione, gli spinaci fanno diventare più forti

Mangiare verdure ricche di nitrati come gli spinaci può rendere più resistenti e migliorare le prestazioni sportive. Le maggiori performance si ottengono in particolare in condizioni di scarsità di ossigeno, come ad altitudini elevate

Braccio di ferro e gli spinaci, danno davvero forza (© Keith Homan | Shutterstock.com)

Braccio di ferro e gli spinaci, danno davvero forza (© Keith Homan | Shutterstock.com)

BELGIO – Che Braccio di Ferro avesse ragione? Mangiare spinaci rende davvero forti? Se faccia diventare proprio forti non si sa davvero, ma ciò che si è invece scoperto è che gli spinaci, ricchi di nitrati naturali, rendono più resistenti e migliorano le prestazioni sportive. Ecco un motivo in più per mangiare questa verdura, anche se non si è sportivi.

Verdure sprint
A fornire lo sprint e la resistenza per affrontare le attività fisiche impegnative, come quelle sportive, sono le verdure a foglia verde come gli spinaci. Queste, ricce di nitrati naturali, si sono rivelate efficaci specie nel migliorare le performance in condizioni estreme come la scarsità di ossigeno – tipica delle altitudini elevate.

Le prove
Per ottenere le prove che gli spinaci, o comunque i nitrati, possono rendere più performanti e resistenti, i ricercatori dell’Università di Leuven in Belgio hanno reclutato 27 partecipanti moderatamente allenati. A questi sono stati dati da assumete degli integratori di nitrati vegetali, per poi sottoporli a delle brevi ma intense sessioni di ciclismo, tre volte a settimana. Al fine di valutare le differenze in termini di prestazioni in condizioni diverse, i ricercatori hanno incluso allenamenti in condizioni normali di ossigeno e in condizioni di ipossia, cioè con bassi livelli di ossigeno, come quelle che troviamo in alta quota.

I risultati
Dopo i vari test, i ricercatori hanno potuto osservare come, con l’assunzione di nitrati, dopo cinque sole settimane la composizione delle fibre muscolari sia maggiormente cambiata quando ci si allena in condizioni di scarsità di ossigeno. «Questo – ha spiegato il prof. Peter Hespel – è probabilmente il primo studio a dimostrare che una semplice strategia di supplementazione nutrizionale, vale a dire l’assunzione di nitrati per via orale, può avere un impatto sui cambiamenti indotti dall’esercizio nella composizione delle fibre muscolari». Poiché un’attività fisica intensa richiede un prezzo elevato in termini di ossidazione e richiesta energetica muscolare. Migliorare la fibra attraverso un apporto nutrizionale ad hoc potrebbe benissimo aumentare le prestazioni, copmmentano i ricercatori. Tuttavia, «L’assunzione consistente di nitrati, in concomitanza il training, non deve essere raccomandata fino a quando la sicurezza di un’assunzione cronica di nitrati ad alte dosi negli esseri umani sia stata chiaramente dimostrata», conclude Hespel. Nel frattempo, mangiamoci un po’ di spinaci che, comunque sia, fanno bene.