Rimedi naturali

Zenzero e sale: dalla tradizione ayurvedica, un antico rimedio contro la tosse

La medicina popolare dell’India vanta millenni di utilizzo delle spezie. Ecco come coniugare antica sapienza con moderne ricerche scientifiche

Zenzero contro la tosse (© Shutterstock.com)

Zenzero contro la tosse (© Shutterstock.com)

Le virtù dello zenzero sono state più volte confermate dalla scienza. Ma la verità è che questa piccante spezia vanta usi millenari. Nell’arco di oltre cinquemila anni, in Asia, lo zenzero è stato sfruttato oltre che per le sue doti culinarie anche per le sue eccellenti proprietà terapeutiche. Tra i vari utilizzi non si può non citare un efficace rimedio contro la tosse. Il segreto è abbinarlo a un pizzico di sale.

Dal mal di stomaco all’influenza
Lo zenzero può essere utilizzato per una gran moltitudine di disturbi: è infatti un potente antidolorifico, digestivo, antinfluenzale e antinfiammatorio. Ma ciò che forse non si sapeva è che la medicina popolare dell’India lo utilizza con successo anche per la cura della tosse.

Perché proprio lo zenzero?
Oggi la scienza ha scoperto che lo zenzero ha la capacità di inibire l’eccessiva contrazione delle vie respiratorie. E ha la preziosa peculiarità di stimolare l’espulsone del muco, debellando la tanto fastidiosa tosse secca. Il merito sarebbe dovuto ai suoi antiossidanti e alla presenza di gingeroli, sostanze dall’azione antinfiammatoria. Quest’ulta proprietà risulta particolarmente utile anche nei soggetti allergici per ridurre l’insorgenza di asma e bronchite.

Con il sale, combatti anche i batteri
Secondo la medicina popolare asiatica, l’aggiunta di un pizzico di sale allo zenzero aumenta le sue virtù antibatteriche, scongiurando quelle fastidiose conseguenze tipiche dell’influenza e altre malattie da raffreddamento. Lo zenzero ha dimostrato di svolgere azione antivirale anche contro il virus respiratorio sinciziale (VRS).

Come utilizzare lo zenzero
Il modo migliore per sfruttare al massimo i benefici dello zenzero è quello di acquistare il rizoma fresco – per fortuna ora reperibile nella maggior parte dei supermercati italiani. Il rizoma va accuratamente pulito eliminando la pellicina con un coltellino affilato o un pelapatate. Se ne taglia quindi una fettina sottile e si aggiunge un pizzico di sale marino integrale. Se non amate il gusto piccante provate prima con un pezzettino piccolo. Se vi sembra che il sapore sia eccessivamente pungente, potete prendere una piccola quantità di miele dopo averlo ingerito.

Se lo zenzero fresco è troppo piccante…
Se proprio non riesci a masticare una fettina di zenzero a causa del suo gusto piccante, c’è un’alternativa che fa al caso tuo: il decotto. Poni 300 ml di acqua in un pentolino (meglio se di coccio) e aggiungi una fettina di zenzero. Porta a ebollizione e continua la cottura fino a che l’acqua non è dimezzata. A questo punto spegni il fuoco, lascia riposare il tutto per alcuni minuti, quindi filtra e aggiungi un pizzico di sale.

[1] Townsend EA, Siviski ME, Zhang Y, Xu C, Hoonjan B, Emala CW. Effects of ginger and its constituents on airway smooth muscle relaxation and calcium regulation. Am J Respir Cell Mol Biol. 2013 Feb;48(2):157-63. doi: 10.1165/rcmb.2012-0231OC. Epub 2012 Oct 11. PubMed PMID: 23065130; PubMed Central PMCID: PMC3604064.

[2] J Ethnopharmacol. 2013 Jan 9;145(1):146-51. doi: 10.1016/j.jep.2012.10.043. Epub 2012 Nov 1. Fresh ginger (Zingiber officinale) has anti-viral activity against human respiratory syncytial virus in human respiratory tract cell lines. Chang JS1, Wang KC, Yeh CF, Shieh DE, Chiang LC.