25 febbraio 2017
Aggiornato 21:00
Cosmesi naturale

Mani belle e curate con lo scrub al miele. I consigli di bellezza di Valentina Spatola

Valentina Spatola insegna a Diario Salute TV come preparare uno scrub e un olio vegetale per ringiovanire le mani e renderle più belle

In questo video Valentina Spatola ci insegna a prenderci cura delle nostre mani attraverso l’ausilio di uno scrub preparato con miele, limone, amido, olio extravergine di oliva e un oleolito di calendula.

La preparazione dello scrub
«In una ciotola versiamo dell’amido di mais – in sostituzione si può utilizzare anche quello di riso – un cucchiaio di succo di limone e del miele all’interno del composto. Infine aggiungiamo anche una piccola quantità di olio di oliva. Mescoliamo quindi il preparato fino a che non diventa soffice e cremoso», spiega Valentina Spatola, insegnante di cosmesi naturale a Torino.

Come applicarlo sulle mani
«Poniamo il composto sulle mani e massaggiamo bene, dopodiché indossiamo dei guanti in lattice per una decina di minuti. Questi hanno lo scopo di permettere al composto di penetrare più in profondità e di favore il rinnovamento dello strato corneo».

Perché proprio questi ingredienti
«Il limone ha virtù schiarenti delle macchie cutanee, il miele servirà da cicatrizzante e l’olio d’oliva emolliente»

L’oleolito come complemento
«A questo punto prepariamo l’oleolito di calendula da utilizzare ogni sera in sostituzione della crema mani. Ci servirà dell’olio di oliva o, in alternativa, dell’olio di riso e dei fiori sechi di calendula. Mettiamo entrambi gli ingredienti in un barattolo di vetro e lo tappiamo ermeticamente. Lasciamo il preparato in luogo buio per venti giorni e agitiamo di tanto in tanto il barattolo. Gradualmente i principi attivi della calendula si trasferiranno nell’olio. A questo punto dopo venti giorni il composto è pronto per essere filtrato con un colino a trama fine. L’olio ottenuto va applicato sulle mani attraverso un semplice massaggio, ogni sera. Possiede effetti cicatrizzanti e calmanti utile soprattutto in inverno è utile quando le mani presentano screpolature molto intense», conclude Valentina Spatola.