Salute

Attenzione a rimuovere il cerume dalle orecchie, potresti causare danni irreversibili all’udito

Il cerume nelle orecchie, per quanto antiestetico, ha una sua importante funzione. Rimuoverlo eccessivamente però può causare seri danni all’udito, avvertono i medici

Pulire troppo le orecchie può essere pericoloso per l'udito (© sylv1rob1 | shutterstock.com)

Pulire troppo le orecchie può essere pericoloso per l'udito (© sylv1rob1 | shutterstock.com)

STATI UNITI – I medici della American Academy of Otolaryngology – Head and Neck Surgery Foundation mettono sull’avviso dall’essere troppo maniaci dell’igiene. Il cerume che si produce nell’orecchio, per quanto antiestetico, ha invece una sua precisa quanto importante funzione. Rimuoverlo sempre ed eccessivamente può infatti causare seri danni all’udito.

Non è bello ma…
Certo, il cerume nelle orecchie non è proprio un bello spettacolo. Ma, tant’è, è bene che ci sia. Questa sostanza viscosa e cerosa infatti protegge proprio il condotto e l’apparato uditivo dalle aggressioni esterne come polveri, sporco, batteri eccetera. È anche grazie a esso infatti che il nostro orecchio si mantiene in salute. «C’è la tendenza tra le persone a voler pulire le orecchie perché credono che il cerume sia indice di sporcizia – spiega il dottor Seth Schwartz – Questa disinformazione porta a pericolose abitudini per la salute dell’orecchio».

Se ne va da sé
Il cerume se ne esce da solo, senza bisogno di andare a ‘scavare’ nell’orecchio con qualche attrezzo esterno come, per esempio, i bastoncini di cotone. Le attività quotidiane come muovere la mascella e masticare mettono in moto il nuovo cerume, che spinge quello vecchio verso l’uscita del condotto uditivo dell’orecchio. Qui poi può essere facilmente rimosso con un lavaggio. Si tratta di un normale e continuo processo, anche se a volte si può inceppare. Il risultato è un accumulo che forma di cosiddetto ‘tappo’ di cerume. «I pazienti spesso pensano che possono impedire la formazione di cerume pulendo le loro orecchie con tamponi di cotone, graffette, candele per orecchi o un qualsiasi numero di cose inimmaginabili che mettono nelle orecchie – sottolinea Schwartz in un comunicato stampa – Il problema è che questo sforzo di eliminare il cerume crea solo ulteriori problemi perché il cerume è spinto verso il basso e si ammassa più lontano nel condotto uditivo».

È pericoloso
Il messaggio dei medici è pertanto che inserire oggetti, di qualsiasi tipo, nell’orecchio è pericoloso. «Tutto ciò che si inserisce nelle orecchie potrebbe provocare gravi danni al timpano e al canale – spiega ancora il dottor Schwartz – con il rischio di danni temporanei o addirittura permanenti». Secondo le linee guida, pubblicate sulla rivista Otolaryngology ricordano che la pulizia eccessiva dell’orecchio può irritare il condotto uditivo, causare infezione e anche aumentare le possibilità di un accumulo proprio di cerone o occlusione.

I suggerimenti degli esperti nelle linee guida

  • Non esagerare nel pulire le orecchie. Un eccesso di pulizia può irritare il condotto uditivo e causare un’infezione.
  • Non infilare cose nell’orecchio. tamponi di cotone, forcine e stuzzicadenti possono causare ferite o tagli nel condotto uditivo, un buco nel timpano e/o la dislocazione delle ossa dell’udito, causando problemi tra cui la perdita dell’udito, vertigini e ronzio.
  • Non usare mai le cosiddette ‘candele’ per la pulizia dell’orecchio. Le linee guida ricordano che non ci sono prove che questa pratica di medicina alternativa possa rimuovere il cerume compattato. E cosiddetto speratura potrebbe causare gravi danni al canale uditivo e timpano.
  • Rivolgetevi al medico se si nota una perdita dell’udito, senso di pienezza nell'orecchio, drenaggio, sanguinamento o dolore alle orecchie.
  • Consultare il proprio medico per scoprire se si può trattare di un’occlusione da cerume provocata a casa. Certe condizioni mediche o di udito sono causare da alcuni trattamenti non sicuri fatti da sé.