22 marzo 2017
Aggiornato 23:00
Sintomi dell’acidità di stomaco

5 sintomi che fanno pensare all’acidità di stomaco (che forse non conosci)

Non sempre la pirosi gastrica si rivela a noi con sintomi tipici, a volte le manifestazioni sono di tutt’altro tipo. Scopri se questo può essere il tuo caso

I sintomi dell'acidità di stomaco (© Nong | Shutterstock)

Quando pensiamo alla pirosi gastrica – alias acidità di stomaco – ci vengono subito in mente i classici bruciori che si avvertono per tutto il tratto digerente. Tuttavia, a volte i sintomi sono totalmente differenti e, a tutto pensiamo, fuorché a una semplice terapia antiacida. Ecco come riconoscere la pirosi gastrica in presenza di segnali totalmente differenti.

Il mal di testa da acidità
Mal di testa e acidità di stomaco non sempre sono associati. Invece ci sono persone colpite dalla cosiddetta cefalea gastrointestinale. Tra le varie cause scatenanti questo genere di disturbo c’è la malattia da reflusso gastroesofageo (e dunque acidità gastrica), stipsi, sindrome infiammatoria intestinale, celiachia e gastrite da Helicobacter Pylori. Alcuni studi hanno evidenziato come migliorando le funzioni digestive regrediva anche il mal di testa. Secondo alcune ipotesi se la colpa è dell’acidità gastrica il fenomeno si presenterebbe principalmente lontano dai pasti.

Forti dolori toracici
L’acidità gastrica può a volte causare solo forti dolori toracici e alterazioni del ritmo cardiaco in presenza di reflusso gastroesofageo. Tant’è vero che molto spesso questo avvenimento viene scambiato per un infarto. Generalmente si manifesta più sul lato destro e potrebbe essere accompagnato da dolori di stomaco e pancia. Anche in questo caso, però, è bene recarsi al pronto soccorso se i dolori sono molto acuti perché anche in caso di attacco cardiaco a volte si evidenziano sintomi addominali.

Fame e dolore gastrico
Una caratteristica tipica di chi soffre di acidità gastrica è la fame frequente. Generalmente l’eccesso di acidità metabolizza molto più velocemente il cibo ingerito lasciando una sensazione di falsa fame. Tuttavia, se non si mangia a sufficienza l’acido potrebbe corrodere lo stomaco e causare dolori più o meno intensi.

Tosse continua
Se avete sempre una leggera tosse o una sensazione costante di dolore alla gola potrebbe trattarsi di acidità di stomaco causata da reflusso gastroesofageo. In tal caso è opportuno recarsi dal proprio medico curante per scegliere la terapia più adatta.

Nausea
Alcune persone non avvertono la sensazione di bruciore di stomaco, però potrebbero manifestare nausea e rigurgiti acidi. Anche in questo caso è necessario un approfondimento medico che confermi la diagnosi di pirosi gastrica.

[1] Emerg (Tehran). 2016 Nov; 4(4): 171–183. PMCID: PMC5007907 Gastrointestinal Headache; a Narrative Review Majid T Noghani,1 Hossein Rezaeizadeh,2 Sayed Mohammad Baqer Fazljoo,3 and Mansoor Keshavarz2,4

[2] Rev Med Chir Soc Med Nat Iasi. 2010 Apr-Jun;114(2):342-8. [Noncardiac chest pain and gastroesophageal reflux disease]. Dimache M1, Turcan E, Nătase M.

[3] Chest. 2006 Jan;129(1 Suppl):80S-94S. Chronic cough due to gastroesophageal reflux disease: ACCP evidence-based clinical practice guidelines. Irwin RS1.

[4] Ann Intern Med. 1997 May 1;126(9):704-7. Gastroesophageal reflux disease presenting with intractable nausea. Brzana RJ1, Koch KL.