24 aprile 2017
Aggiornato 22:30
Alimentazione

Fino a 3 chili in più con le abbuffate natalizie, ma si può rimediare. I consigli degli esperti

Come di consueto, dopo le abbuffate di Natale ecco arrivare dagli esperti i consigli per riprendersi. Dall’inizio dicembre sulle tavole un eccesso di 1.500 calorie al giorno, ma si può rimediare

Dopo le feste almeno 2 chili in più (© Elena Veselova | shutterstock.com)

ROMA – E’ ormai una consuetudine: per molti italiani, pranzi e cenoni delle feste sono sinonimo di eccessi a tavola. Il rischio di mettere su fino a 3 chili in più in media è reale, avvertono gli esperti. Anche perché, da inizio dicembre, sulle tavole si hanno un eccesso di 1.500 calorie al giorno. Ma se si è ecceduto, si può rimediare con i consigli degli esperti.

Eccessi ed eccessi
Gli eccessi a tavola costano dunque in media dai 2 ai 5 chili in più – a seconda dell’esperto. Ad analizzare la tendenza e come si possa rimediare ai bagordi è uno studio di In a Bottle condotto attraverso metodologia WOA (Web Opinion Analysis) su circa 50 portali, forum e community di esperti nutrizionisti, dietologi e medici generici.

L’ago della bilancia
Se l’ago della bilancia pende verso i ‘chili di troppo’ è perché gli italiani, secondo gli esperti, continuano a indulgere in una serie di errori e cattivi comportamenti. La maggior parte (78%), ritiene che il vero danno sia dato proprio dalla continuità nell’assunzione di calorie in eccesso, ovvero dall’abitudine di ‘anticipare’ le abbuffate natalizie e di continuarle anche nei giorni che non rappresentano nessuna ricorrenza. E in cima alla lunga lista di errori c’è la cattiva abitudine di mangiare cibi molto calorici durante l’intero arco della giornata (66%), spiluccando in continuazione. Moltissimi, poi, trascurano ogni regola di sana alimentazione e idratazione (42%). A questo si aggiunge un abuso nel consumo di bevande alcoliche (35%), che oltre a non essere ‘sano’, è iper-calorico. Allo stesso modo alla mancanza di ogni forma di abbinamento corretto tra i diversi cibi (23%), secondo gli esperti sono molto minori le occasioni per ‘bruciare’ le calorie che vengono immagazzinate, rispetto a quanto avviene di solito (45%).

Perché si eccede?
Quali sono i motivi per cui si eccede? Sempre secondo gli esperti, esistono un mix di cause, di cui a fra una gran parte è l’abitudine di utilizzare il mangiare per combattere la noia (55%), legata a una overdose di tempo libero a cui non si è più abituati. Ad aiutare, in senso negativo, anche le lunghe ore passate davanti al piccolo schermo (53%): si tratta di un mangiare distratto, che senza accorgersene sommerge l’organismo di calorie. Fattori a cui si aggiunge la voglia di lasciarsi andare dopo lo stress accumulato durante l’anno (38%), per molti, infatti, il mangiare diventa una valvola di sfogo. Non aiutano, poi, soprattutto per il controllo dell’assunzione dell’alcool e di stuzzichini, le visite ad amici e parenti (34%). Per il 59% sarebbe stato però sbagliato non lasciarsi un po’ andare. Solo il 12%, più radicale, è infatti convinto che con il moderno stile di vita non sarebbe necessario eccedere con le calorie e che anche a Natale bisognerebbe rinunciare a strappi eno-gastronomici.

I trucchi per ritrovare il benessere psico-fisico
Quali allora i trucchi per ritrovare il benessere psicofisico? Il 65% si dice assolutamente contrario a lanciarsi in una rigida dieta o rinunciare del tutto a festeggiare la ricorrenza. Importante, poi, per il post-festività evitare una ‘dieta da fame’, nella speranza di perdere in pochi giorni i chili di troppo accumulati. Si darebbe uno shock inutile all’organismo e si rischierebbe di perdere gli effetti positivi sul benessere psicologico associati alla trasgressione. Molto meglio tornare per gradi a una corretta alimentazione e idratazione (38%) e reintrodurre nel proprio organismo tutti quegli elementi, come frutta, verdura e acqua che durante le abbuffate natalizie vengono un po’ trascurati. Addirittura secondo il 26% dovrebbero essere applicate alcune abitudini assunte durante le festività, ovvero fare almeno tre pasti al giorno, cosa di cui durante il periodo lavorativo spesso ci si dimentica.

Il decalogo «smaltipanettone»
1. Osserva una dieta varia e equilibrata: variare l’alimentazione è importante per non far mancare all’organismo i principali nutrienti.

2. Non sottovalutare i rischi di un’alimentazione iper-calorica: un apporto di calorie superiore all’effettivo fabbisogno contribuisce all’aumento di peso, affaticando l’organismo.

3. Limita i dolci: se durante le feste si è esagerato, l’importante è limitarne il consumo nei giorni seguenti.

4. Evita il consumo di bevande alcoliche: è consigliabile limitare o evitare di assumere alcolici, dal momento che l’apporto calorico a essi associato non è affatto trascurabile.

5. Pratica attività fisica: una corretta alimentazione accompagnata da una sana attività fisica è il metodo migliore per tornare in forma all’indomani delle feste natalizie.

6. Mangia frutta e verdura: ricordare di assumere i giusti quantitativi di frutta e verdura, fondamentali per un corretto apporto di fibre, vitamine e sali minerali, è fondamentale specialmente quando si è osservata una dieta poco bilanciata.

7. Scegli l’acqua: assumerla può aiutare a eliminare i liquidi in eccesso trattenuti dal nostro organismo e a opporsi alla voglia di mangiare ancora grazie alla capacità di dilatare lo stomaco e favorire il senso di sazietà.

8. Evita di assaggiare i cibi lontano dai pasti: limitarsi a mangiare durante i pasti principali, aiuta a tenere sotto controllo le quantità di cibo ingerite.

9. Riduci i grassi: moderare la quantità di grassi e oli utilizzati per condire e preferire metodi di cottura leggeri e salutari, sono buone norme che è consigliabile osservare non solo per tornare in forma dopo le feste, ma anche durante tutto l’anno.

10. Non saltare i pasti, il benessere psicofisico parte da un’alimentazione e da pasti regolari.