23 marzo 2017
Aggiornato 21:00
Alimentazione e salute

Un po’ di noci ogni giorno per perdere peso e ridurre il rischio di cancro

Bastano 20 grammi al giorno di frutta secca a guscio per ridurre il rischio di malattie cardiache, cancro e morte prematura. In più, al contrario di quanto si crede, si può anche dimagrire

Frutta secca e cancro (© Tommy Atthi | Shutterstock)

STATI UNITI – Gli scienziati dell’American Chemical Society ritengono che sia un bene mangiare ogni giorno un po’ di frutta secca a guscio. Basterebbero anche solo 20 grammi di un frutto come le noci, le nocciole o le arachidi (che sono un legume) per perdere peso e ridurre il rischio di malattie cardiache, cancro e in generale di morte prematura.

Più antiossidanti e meno colesterolo
Grazie ai componenti di primo piano che troviamo nella frutta secca a guscio, come i grassi polinsaturi e monoinsaturi, i fitosteroli e altri possiamo fare il pieno di antiossidanti e altre sostanza che controllano i livelli di colesterolo ‘cattivo’ o LDL.

L’analisi
Lo studio, che è una meta-analisi, ha preso in esame 29 studi sugli effetti della frutta secca a guscio sulla salute, che hanno coinvolto oltre 8 milioni di persone. I risultati della revisione hanno suggerito che basterebbero un pugno di noci (circa 20 grammi) al giorno per ridurre di quasi il 30% il rischio di malattie cardiovascolari e cardiache; del 15% il rischio di cancro e del 22% il rischio di morte prematura.

Si può anche perdere peso
Il vantaggio dell’assunzione di frutta secca a guscio è che questa agisce sul senso dell’appetito, riducendolo. Per questo motivo, i ricercatori ritengono che possa favorire il controllo e la perdita di peso.

Le sostanze
L’analisi di noci, nocciole e arachidi ha permesso ai ricercatori di trovare che sono ricche di fibre, proteine, vitamine e minerali, tra cui acido folico, vitamina E, potassio e magnesio. Tra i diversi tipi di frutta secca, e i legumi arachidi, non vi sarebbero grandi differenze. Tutte, tra l’altro, contengono anche buone quantità di acidi grassi essenziali omega-3. Questo ‘trio’ di frutti conterrebbe anche il maggior numero di antiossidanti rispetto ad altri tipi di frutta secca.