23 maggio 2017
Aggiornato 20:30
Sicurezza alimentare

Allerta mercurio nel pesce spada: è oltre i limiti. Ritirato dal mercato

Nuova allerta per sostanza tossiche nei prodotti alimentari. Il Ministero della Salute dispone il ritiro di alcuni lotti di pesce spada congelato perché contengono mercurio oltre i limiti consentiti

Pesce spada con mercurio ritirato dal mercato (© Kirill Zakabluk | shutterstock.com)

ROMA – È di nuovo allerta alimentare per prodotti contaminati. Il provvedimento cautelativo di ritiro dal mercato questa volta riguarda alcuni lotti di pesce spada congelato che contengono mercurio al di sopra dei limiti consentiti.

I lotti interessati
A essere interessati dal provvedimento sono alcuni lotti di pesce spada confezionato in buste trasparenti e commercializzate dall’azienda Effeti surgelati Srl (il cui stabilimento si trova a Calenzano, in provincia di Firenze). Il prodotto è quello della linea ‘Trance spada extra sashimi’. Il motivo del richiamo: rischio chimico.

Non consumare il pesce
Il primo suggerimento del Ministero della Salute, per chi avesse già acquistato il pesce contaminato, è quello di non consumarlo e riportarlo presso il punto vendita o al Servizio igiene degli alimenti e nutrizione della ASL locale. Un altro consiglio giunge da Giovanni D’Agata, presidente dello ‘Sportello dei Diritti’, il quale ritiene che quando si va in pescheria, è meglio orientarsi sui pesci mediterranei di piccole dimensioni, come alici e sardine. Questi, sono ricchi di nutrienti e meno a rischio di estinzione – e anche contaminazione, dato che nei pesci più grandi si accumulano anche maggiori quantità di sostanze tossiche. L’importante – prosegue D’Agato – è variare molto le specie da portare in tavola, seguendo la stagionalità anche per il pesce e preferendo il mercato ittico locale.