30 maggio 2017
Aggiornato 00:30
Salute del cuore

Le arterie più sane del mondo le hanno in Bolivia

C’è un popolo che ha il più basso tasso si aterosclerosi coronarica, fino a 5 volte, rispetto ad altri Paesi: è quello boliviano. I ricercatori cercano di scoprire qual è il segreto di una popolazione di indigeni sudamericani chiamati Tsimane

Arterie più sane in Bolivia (© Africa Studio | shuttetstock.com)

WASHINGTON D.C. – In occasione dell’Acc2017, l’Annual Scientific Session dell’American College of Cardiology tenutasi a Washington, si è presentato uno studio pubblicato su The Lancet in cui si riporta come una popolazione di indigeni della Bolivia sia quella con le arterie più sane, con tassi di aterosclerosi coronarica 5 volte più bassi rispetto a quelli di altre popolazioni, come per esempio gli statunitensi. Qual è il segreto di questa salute di cuore e arterie?

Niente rischi cardiovascolari
I ricercatori del Saint Luke’s Mid America Heart Institute hanno girato per 85 villaggi Tsimane per valutare la salute di cuore e arterie dei membri di questo popolo. Tra il 2014 e il 2015 hanno analizzato per mezzo di una TAC il cuore di circa 700 adulti di età compresa tra i 40 e i 94 anni. Di questi hanno valutato se vi fosse presenza o meno di una coronaropatia. I risultati, sorprendenti, hanno rivelato che l’85% degli Tsimane non presenta rischi di malattia cardiaca. Ad avere un rischio medio o alto è soltanto il 3%, mentre il 13% presenta un rischio basso.

Protetti
Queste condizioni fanno degli Tsimane un popolo protetto dalle malattie cardiovascolari e cardiache. E questa protezione pare si conservi anche con l’età, anzichenò. Difatti, a 75 anni, due terzi della popolazione non presenta rischi cardiovascolari. Cosa del tutto ribaltata quando si tratta di cittadini statunitensi, dove appena il 14% non presenta rischi cardiovascolari.

Dati significativi
«Questi dati sono molto significativi – ha commentato il dottor Randall Thompson, coautore dello studio – Messa in un altro modo, le arterie degli Tsimane sono più giovani di 25-30 anni rispetto a quelle di persone che vivono in una città occidentale. Non solo: le loro arterie invecchiano anche molto più lentamente».

Il segreto
Ma qual è il segreto degli Tsimane? Secondo gli autori dello studio, uno dei segreti di questa differenza nella salute di cuore e arterie rispetto ai cittadini statunitensi e di altri Paesi ‘modernizzati’ è lo stile di vita. Quello seguito dalla società moderna è improntato più su una dieta insalubre a causa del cibo raffinato, industriale, pieno di grassi nocivi e via discorrendo, a cui si aggiunge una predisposizione alla sedentarietà – anche per motivi di lavoro. Lo stile di vita degli Tsimane, invece, è segue più i ritmi naturali: l’inattività fisica occupa soltanto il 10% del tempo giornaliero (e non viceversa). Il 90% del tempo è dedicato alle attività quotidiane come l’agricoltura, la caccia, la pesca e tutte le altre faccende che competono il far funzionare i villaggi. La dieta seguita è povera di grassi aggiunti, ma ricca di carboidrati semplici. Uno stile di vita tutto sommato semplice che, a quanto pare, premia anche dal punto di vista della salute di cuore e arterie.