30 maggio 2017
Aggiornato 01:00
Viver bene

Doccia fredda: gli incredibili benefici per la tua salute

Se al mattino vi sentite ancora più stanchi della sera e vorreste solo tornare a dormire, non vi resta altro che farvi una bella doccia fredda. Chiaramente non stiamo parlando di acqua gelida, ma sufficientemente fredda da poter dare una sferzata al sistema simpatico.

I benefici e le controindicazioni della doccia fredda (© LarsZ | Shutterstock)

Mantenersi in forma e in salute è una condizione a cui tutti auspichiamo, fin dai primi anni di vita. Ed è così che con il passare degli anni cerchiamo cure miracolose, trattamenti alternativi, discipline naturali e alimenti sani. In realtà esistono sistemi facili, veloci e indolore per migliorare di giorno in giorno il nostro stato di benessere. Uno di questi è svegliarsi la mattina è farsi una bella doccia… fredda!

La doccia fredda migliora l’umore e scaccia via la depressione
Se al mattino vi sentite ancora più stanchi della sera e vorreste solo tornare a dormire, non vi resta altro che farvi una bella doccia fredda. Chiaramente non stiamo parlando di acqua gelida, ma sufficientemente fredda da poter dare una sferzata al sistema simpatico. Secondo un recente studio [1], una doccia di circa due-tre minuti alla temperatura di 20 °C può essere un valido aiuto per i disturbi dell’umore, la mancanza di concentrazione e la depressione. Tuttavia, è fondamentale che prima di arrivare a tale temperatura l’organismo si adatti con gradualità al freddo. Si inizia, quindi, da circa 36 °C e si scende a poco a poco nell’arco di circa cinque minuti.

  • Sapevi che…?
    L’esposizione al freddo attiva il sistema nervoso simpatico e aumenta i livelli ematici di Beta endorfine e noradrenalina.

I diversi effetti dell’idroterapia a seconda della temperatura
Alcuni scienziati hanno voluto indagare a fondo sugli effetti delle immersioni in acqua o di varie esposizioni di acqua a differenti temperature. Ecco cosa hanno scoperto:

  • 32 gradi Centigradi: a questa temperatura non è stato modificato il tasso metabolico, né la temperatura rettale. Ma è stata ridotta la frequenza cardiaca del 15%, la pressione dell’11-12%, la renina plasmatica del 46%, il cortisolo del 34% e l’aldosterone del 17%. La diuresi è, al contrario, aumentata del 107%.
  • 20 gradi Centigradi: ha prodotto effetti simili sulla renina plasmatica e la pressione sanguigna. Però ha diminuito la temperatura rettale e aumentato il tasso metabolico del 93%. La diuresi questa volta è stata aumentata ‘solo’ dell’89%.
  • 14 gradi Centigradi: a una temperatura così bassa è diminuita la temperatura rettale e il tasso metabolico è aumentato del 350%. La frequenza cardiaca è aumentata del 5% e la pressione è variata dal 7 all’8%. Differenze evidenti si sono verificate nelle concentrazioni plasmatiche di adrenalina che sono aumentate del 530%, mentre la dopamina è aumentata del 250%. Inaspettatamente, la diuresi è aumentata ancora di più che a 32 °C arrivando al 163%. Al contrario, si è ridotta la renina plasmatica e il cortisolo, mentre l’aldosterone era più elevato del 23%.

Rinforza il sistema immunitario
Secondo recenti studi, fare la doccia fredda ogni giorno potrebbe migliorare le funzioni del sistema immunitario, riducendo vistosamente il rischio di cancro. «Il possibile meccanismo non specifico della stimolazione dell’immunità cellulare causato da stress ripetuti, freddo, sembra coinvolgere una transitoria attivazione del sistema nervoso simpatico. In particolare l’asse ipotalamo-ipofisi-surrene e l’asse ipotalamo-ipofisi-tiroide. L’idroterapia freddo-moderata è nota per ridurre il dolore e non sembra avere effetti negativi evidenti su soggetti normali nelle prove, anche se alcuni studi hanno dimostrato che può causare aritmie transitorie nei pazienti con problemi di cuore e può anche inibire l’immunità umorale. L’immersione improvvisa in acqua ghiacciata può causare edema polmonare transitorio e aumentare la permeabilità della barriera emato-encefalica, aumentando così la mortalità delle infezioni neurovirulente», scrivono i ricercatori [6]. «Se l’ipotesi viene supportata da ulteriori studi e il metodo si dimostra sicuro, questo potrebbe portare allo sviluppo di un’immunoterapia aggiuntiva per alcuni tumori (non linfoidi), inclusi quelli causati da infezioni virali». Uno studio pilota sugli effetti immunologici da terapia con acqua fredda con un piccolo numero di pazienti con cancro mammario, ha trovato che era significativamente aumentata la conta delle cellule che combattono le malattie in ogni categoria in esame, tra cui i neutrofili, linfociti, monociti.

Tonifica la pelle
Il freddo svolge un’azione tonificante sulla pelle, riducendo il rischio di lassità cutanea e rughe. Secondo alcune teorie, l’utilizzo di una doccia fredda per circa un minuto, seguito da un quanto di crine, aiuta a migliorare la circolazione sanguigna e linfatica, riducendo il rischio di cellulite. Tuttavia, va precisato che – a oggi – non esistono prove scientifiche in merito.

Rinforza i capelli
Come detto, l’acqua fredda migliora la circolazione sanguigna, specie se è accompagnata da un massaggio del cuoio capelluto. Diviene così un ottimo rimedio per rinforzare i capelli e prevenire la calvizie. Inoltre, secondo alcune medicine orientali, utilizzare acqua calda per sciacquare la testa non solo è deleterio per la salute dei capelli, ma può anche danneggiare i nostri cinque sensi. Quindi, se proprio non riuscite a usare l’acqua fredda, almeno evitate di usarla troppo calda.

Se si ha l’asma si può fare una doccia fredda?
Quando si ha molto catarro, o peggio crisi asmatiche, si tende sempre a evitare di stare in luoghi freddi o arieggiati. E tutto ciò è senz’altro vero: uno studio pubblicato sull’American Physiological Society dimostra che l’inalazione diretta dell’aria fredda è un trigger significativo per la broncocostrizione. Tuttavia, se anziché aria fredda, si tratta di acqua fredda le cose cambiano. «Nei bambini che soffrono di bronchiti ricorrenti e crisi asmatiche un unico bagno d’aria totale, o doccia e locale (raffreddamento dei piedi con acqua) esposizione al freddo mite non ha sollevato rilevanti disturbi della funzione respiratoria. Procedure di freddo locale migliorano la pervietà bronchiale, ma l’esposizione al calore ha provocato il suo peggioramento». Da ciò si evince che, con tutta probabilità, è più dannosa la doccia calda rispetto a quella fredda. Ma è importante stare molto attenti anche ad arrivare a temperature troppo basse in caso di ostruzione bronchiali. Quindi, per i soggetti affetti da questo genere di patologie è sempre bene consultare il proprio medico curante prima di eseguire trattamenti continuativi a base di docce fredde.

E chi ha problemi cardiaci?
In merito a questo argomento vi sono pareri molto contrastanti. Secondo The Science of Sport, il battito irregolare che si verifica in seguito all’esposizione con l’acqua molto fredda potrebbe causare un attacco cardiaco. D’altro canto la tesi viene smentita dalla Mayo Clinic che ritiene che è impossibile che si verifichi un attacco di cuore, ma si possono avere complicazioni cardiache nei soggetti predisposti. Va tuttavia distinta una doccia fredda con un’abitudine alle basse temperature avvenuto con gradualità e un’esposizione all’acqua davvero ghiacciata (al di sotto dei 20 °C). Negli ultimi anni, tuttavia, sono sempre di più gli atleti che si sottopongono a bagni e docce fredde.

[1] Med Hypotheses. 2008;70(5):995-1001. Epub 2007 Nov 13. Adapted cold shower as a potential treatment for depression. Shevchuk NA.

[2] N Am J Med Sci. 2014 May; 6(5): 199–209. doi:  10.4103/1947-2714.132935 PMCID: PMC4049052 Scientific Evidence-Based Effects of Hydrotherapy on Various Systems of the Body A Mooventhan and L Nivethitha.

[3] Vopr Kurortol Fizioter Lech Fiz Kult. 1995 Jan-Feb;(1):9-11. [The effect of cold exposure on the respiratory function in children suffering from inflammatory lung diseases]. [Article in Russian] Iarosh AM, Kurch TK.

[4] Nihon Eiseigaku Zasshi. 1991 Jun;46(2):635-8. Effects of physical exercise and cold stimulation on serum testosterone level in men. Sakamoto K, Wakabayashi I, Yoshimoto S, Masui H, Katsuno S.

[5] PLoS One. 2016; 11(9): e0161749. Published online 2016 Sep 15. doi:  10.1371/journal.pone.0161749 PMCID: PMC5025014 The Effect of Cold Showering on Health and Work: A Randomized Controlled Trial Geert A. Buijze, Inger N. Sierevelt, Bas C. J. M. van der Heijden, Marcel G. Dijkgraaf, and Monique H. W. Frings-Dresen.

[6] Infect Agent Cancer. 2007; 2: 20. Published online 2007 Nov 13. doi:  10.1186/1750-9378-2-20 PMCID: PMC2211456 Possible stimulation of anti-tumor immunity using repeated cold stress: a hypothesis Nikolai A Shevchuk corresponding author and Sasa Radoja.

[7] Chapter Potentiating Health and the Crisis of the Immune System Sequential Hydrotherapy Improves the Immune Response of Cancer Patients Gunhild Kuehn.

[8] A physiological trip through cold water exposure – The science of sport.