30 maggio 2017
Aggiornato 01:00
Alimentazione e salute

Latte e formaggio grassi non aumentano il rischio di infarto o ictus

Dietrofront, i formaggi grassi e il latte intero non fanno aumentare il rischio di infarto o ictus, come decantato da anni. Lo studio che fa chiarezza

Latte e formaggi non causerebbero infarto o ictus (© nevodka | shutterstock.com)

REGNO UNITO – Formaggi ‘grassi’ e latte intero sono stati messi da molto tempo sotto accusa perché si ritiene possano aumentare il rischio di infarto o ictus, per via del colesterolo e i grassi saturi. Con un nuovo studio revisionale, però, i ricercatori sono giunti alla conclusione che i prodotti lattiero-caseari hanno un impatto «neutrale» sulla salute umana, e non deleterio come suggerito da molti.

Le evidenze
Per capire se e come i prodotti lattiero-caseari potessero aumentare il rischio di problemi cardiovascolari ed eventi come infarto e ictus, i ricercatori dell’Università di Reading (UK) hanno condotto una revisione sistematica di 29 studi che hanno coinvolto quasi 1 milione di persone, 938.465 per l’esattezza. I risultati dello studio sono poi stati pubblicati sull’European Journal of Epidemiology.

Diffuse credenze
La più comune e diffusa credenza è che i prodotti lattiero-caseari –specie formaggi e latte ‘grassi’ – siano alimenti dannosi per la salute e per il cuore. Il problema, tra gli altri, sarebbe dovuto alla presenza di grassi saturi e colesterolo. Ma i ricercatori la pensano diversamente. «C’è una bella diffusa, ma sbagliata, convinzione tra le persone che i prodotti lattiero-caseari in generale possono essere un male, ma questo è un equivoco – commenta il dott. Ian Givens, professore di nutrizione all’Università di Reading – Mentre si tratta di una credenza molto diffusa, la nostra ricerca dimostra che questo è sbagliato. Questa meta-analisi ha mostrato che non c’erano associazioni tra latticini interi, prodotti lattiero-caseari ad alto e basso contenuto di grassi, il latte e i risultati di salute, tra cui tutte le cause di mortalità, malattia coronarica o malattie cardiovascolari».

Poco latte e formaggio
Le evidenze mostrano che le donne, a causa della brutta fama dei latticini spesso alimentata da fake news che circolano su Internet, assumono poco latte e formaggio. Ma questo, secondo i ricercatori, mette a rischio lo sviluppo delle ossa da giovani a rischio osteoporosi quando più avanti con gli anni. Inoltre, un recente studio dell’University College Dublin (Irlanda) ha mostrato come le persone che mangiavano formaggio fossero più magre e avessero anche la pressione arteriosa più bassa rispetto a quelle che non lo mangiavano.