28 maggio 2017
Aggiornato 20:30
Rimedi naturali per la stitichezza

Stitichezza, eliminala con la digitopressione

I punti di digitopressione in caso di stitichezza acuta e cronica consigliati dalla Therapist Chiara Comoglio.

La stitichezza colpisce sempre più persone di ogni età e sesso. Tra i maggiori imputati ci sono la vita sedentaria e l’alimentazione troppo povera di fibre. Qualora non siano presenti patologie serie, si può intervenire sfruttando la semplice pratica della digitopressione. Si tratta, sostanzialmente, di esercitare una lieve pressione con il dito pollice in alcuni punti specifici di agopuntura. Nel video vengono mostrati i punti da utilizzare in caso di stitichezza acuta o cronica.

1° punto: Stomaco 25
«Il primo punto in cui va applicata la pressione è presente nel canale di stomaco: ST25. Per trovarlo, si cerca l’ombelico e si posizionano due dita a fianco di esso. Stomaco 25 si trova esattamente sulla linea orizzontale dell’ombelico. Il massaggio deve essere eseguito molto delicatamente per circa un minuto», spiega la Therapist Chiara Comoglio del London Olistic Centre.

  • Approfondimento: Il punto ST-25 viene denomintato cerniera celeste o Tianshu e si trova a 2 cun dall’ombelico. È considerato un punto Mu (letteralmente raccogliere) del Meridiano del grosso intestino. Infatti è in grado di ripristinare la corretta energia dei due intestini, eliminando eventuali stasi. Oltre che per la stitichezza, viene adoperato in caso di dolori addominali, gonfiore, ciclo mestruale irregolare, masse nell’ipogastrio e infertilita.

2° punto: Triplice riscaldatore 6
«Un altro punto molto utile è il triplice riscaldatore 6 (TB-6). Per trovarlo bisogna reperire la piega del polso: qui si poggiano 4 dita. Sulla linea mediana si trova il triplice riscaldatore 6. È un punto che spesso causa molto dolore quindi va massaggiato con attenzione. La terapia va portata avanti per circa un minuto o fino a quando il dolore decresce», continua Comoglio.

  • Approfondimento: il punto TB-6 viene chiamato ramificazione del fossato e si trova fra il radio e l’ulna a 3 cun dalla piega del polso. La sua azione è quella di liberare le stasi, facendo fluire liberamente i liquidi. Viene adoperato anche in caso di paresi, oppressione toracica, angina pectoris, acufeni e depressione.

3° punto: Stomaco 44
«Il terzo punto utile si trova sempre sulla linea del meridiano di Stomaco ed è ST-44. Si trova tra il secondo e il terzo dito del piede, alla sua radice. Anche in questo caso va massaggiato il punto per circa un minuto», conclude Comoglio.

  • Approfondimento: il punto ST-44
    Il punto stomaco 44 viene chiamato cortile interno o neiting e si trova nella membrana interdigitale tra il secondo e il terzo dito. È ottimo per le condizioni di umidità e caldo perché dissolve le stasi e purifica il calore. È utilizzato anche in caso di pienezza addominale, nevralgia del trigemino, epistassi, dolore allo stomaco e tendenza a spaventarsi facilmente.