24 maggio 2017
Aggiornato 21:30
Cardiologia

Trigliceridi alti: dieta, rimedi naturali e farmaci

Il dottor Carlo Maggio spiega a Diario Salute TV quale dieta seguire e quali rimedi assumere in caso di trigliceridi alti

I trigliceridi sono grassi amici, nel senso che servono a portare grassi nel tessuto adiposo quando – in caso di carenza – apportano la giusta quantità di energia. Smettono di essere ‘amici’ quando i valori crescono di un certo livello, superando i 150mg/dl, spiega il dotto Carlo Maggio, cardiologo e direttore del Centro Salus Project.

I valori normali di trigliceridi
«I valori normali di trigliceridi nell’adulto dovrebbero essere inferiori a 150mg/dl».

(© )

Trigliceridi alti: quali sono i rischi?
«Perché è meglio non avere i trigliceridi molto elevati? Prima di tutto perché costituiscono un fattore di rischio cardiovascolare: per cuore, infarti ecc. In più quando i livelli di trigliceridi sono molto elevati – parliamo di oltre 1000mg/dl – si verifica un rischio importante di pancreatite acuta».

Dieta e trigliceridi
«Diciamo che i trigliceridi quando sono elevati possono essere trattati molto facilmente con una dieta. Rispondono infatti molto bene alla dieta. Intanto la prima cosa è ridurre i carboidrati semplici, quindi le farine raffinate, pane e pasta non integrali e gli zuccheri. Un altro strumento molto importante è quello di evitare gli alcolici. Non parlo solo di superalcolici ma anche vino e birra».

Trigliceridi e stile di vita
«E’ essenziale anche mantenere un peso corporeo non eccessivo, quindi chi è obeso e vuole ridurre i trigliceridi deve mettersi a dieta. Inoltre è frequente che i trigliceridi aumentino nei diabetici, nello stesso momento abbiamo un HDL basso e colesterolo LDL elevato. In questi casi si può optare per un trattamento non farmacologico che prevede dieta associata ad attività fisica».

I farmaci e i rimedi naturali per i trigliceridi
«Esistono anche farmaci per i trigliceridi alti, anche naturali. Per esempio i nutraceutici o delle sostanze come la berberina che è in grado di ridurre sia glicemia che trigliceridi. Si tratta dell’estratto di una pianta medicinale (Coptis Chinensis) molto usato in Cina come antidiarroico, ma alla fine si è visto che funziona molto bene per trigliceridi e iperglicemia. Tra i farmaci si ricordano i fibrati e le statine. Ma se possibile dovremmo cercare di evitarli. Un altro ottimo rimedio sono gli omega-3, tuttavia in questo caso bisogna assumere dosaggi abbastanza rilevanti, intorno ai 3 grammi al giorno. Quindi io punterei su dieta e attività fisica per avere un normale livello di trigliceridi nel sangue», conclude il dottor Maggio.